Deputato del Partito Democratico all’Assemblea Regionale Siciliana

On. Gianfranco Vullo


COMUNICATO STAMPA

Posted on marzo 22, 2013 by Segreteria

A proposito di cenere…………………….

 

Una delegazione di Confambiente Confcommercio Sicilia, composta dal presidente Gaetano Monastra e dal segretario Eduardo Brancato si è incontrata con il deputato regionale Gianfranco Vullo, componente la IV commissione Territorio ed ambiente per affrontare l’annoso ” problema ” della cenere vulcanica. Il Presidente Monastra ha proposto all’on.le Vullo di presentare all’ars un ordine del giorno che impegni il governo centrale affinchè venga eliminato lo status giuridico di rifiuto alla cenere vulcanica in occasione degli ormai frequenti episodi parossistici. La soluzione suggerita da Confambiente si inquadra nel recente regolamento che disciplina i criteri per stabilire quando un rifiuto cessa di essere qualificato tale: End of Waste.

L’ EoW rappresenta una misura concreta per attuare una consapevole politica del riciclo al di fuori dei trattati di filosofia ambientale che hanno fin qui impedito a tanti materiali di entrare nel ciclo virtuoso del recupero; infatti la matrice della cenere vulcanica è un eccellente materiale che sotto forma di inerte lavico viene normalmente estratto dalle cave e commercializzato in varie forme.

Esso infatti soddisfa i criteri specifici previsti affinchè un materiale non sia da considerare rifiuto:

La sostanza o l’oggetto è comunemente utilizzato per scopi specifici;

Esiste un mercato o una domanda per tale sostanza od oggetto;

La sostanza e/o l’oggetto soddisfa i requisiti tecnici per gli scopi specifici e rispetta la normativa e gli standard esistenti applicabili ai prodotti;

L’utilizzo della sostanza e/o dell’oggetto non porterà a impatti complessivi negativi sull’ambiente o sulla salute umana.

L’on.le Vullo ha detto che non c’è un minuto da perdere perchè la gestione dell’emergenza cenere incide negativamente sui bilanci dei comuni e della pubblica amministrazione in genere e che tale proposta, semplice ma risolutiva, può rappresentare con le economie che ne deriveranno, un valido perequativo per risarcire tutti coloro che hanno subito danni dall’evento vulcanico con particolare attenzione al comparto agricolo.

Il Presidente Monastra e la confambiente hanno ribadito la disponibilità a fornire consulenza qualificata, a titolo gratuito, a tutte le amministrazioni che hanno problematiche ambientali, certi di poter offrire soluzioni economiche e ambientalmente sostenibili valide e immediatamente cantierabili in virtù dell’esperienza maturata in tanti anni di attività.

Ci auguriamo che la giunta Crocetta nel riconoscere lo stato di calamità avanzi da subito tale richiesta al governo affinchè la dichiarazione dello stato di emergenza contempli la eliminazione dello status giuridico di rifiuto per la cenere lavica.

 

Leave a Reply